Ottobre 14, 2019 curiosità Nessun commento

Allo stato attuale delle cose, fra le tecnologie meglio riuscite in assoluto, la carpenteria metallica gioca un ruolo di prioritaria importanza, trattandosi del centro nevralgico di qualsiasi tipo di lavoro avente a che fare con il settore delle costruzioni.

Cos’è la carpenteria metallica?

Nello specifico, quando si parla di carpenteria metallica si fa riferimento ad un settore in cui ad essere protagonista è un ampio insieme di prodotti finiti di natura metallica, la cui realizzazione verte sul ricorso a macchinari di alta precisione per il taglio e per la piegatura abbinati ad attrezzature sofisticate per la deformazione e per la saldatura, oltre che ad apposite tecniche di lavorazione.

Il prodotto finito, a prescindere dal materiale adottato (ferro, acciaio, zinco, ottone o rame), viene generalmente impiegato in tutta una serie di settori, quali ad esempio quello edilizio (cancelli carrabili scorrevoli ed automatizzati, recinzioni, ringhiere pannellate in lamiera, inferriate, scale antincendio, passarelle metalliche, infissi), quello architettonico, quello dell’arredamento industriale, quello commerciale (carrelli, scaffalature).

Occorre poi tenere seriamente in considerazione anche i serramenti, i parapetti e ancora le ringhiere decorate per rendere unico il giardino. In definitiva, in relazione alle concrete esigenze strutturali di palazzi e di edifici, la carpenteria metallica può essere classificata effettivamente come parte integrante delle abitazioni.

I metalli, infatti, possono assumere molteplici forme, in relazione al tipo di lavorazione portato a termine. Ergo, la versatilità è il loro vero punto di forza.

Carpenteria metallica e materiali adottati oggi

Approfondendo il discorso sulla tipologia di materiali impiegati nel campo della carpenteria metallica, è opportuno sapere che acciaio e ferro sono di sicuro quelli più affidabili. Questo vuol dire che il ruolo chiave della carpenteria metallica è strettamente connesso a quello dell’architettura: se oggigiorno è possibile progettare edifici più grandi e resistenti, tutto ciò lo si deve alle proprietà di ferro, acciaio e ghisa che hanno garantito la costruzione di strutture al tempo stesso vaste e leggere. Risultato finale? I limiti di legno, calce e pietra sono stati bypassati dai metalli.

Acciaio

L’acciaio è un materiale molto importante nel comparto della carpenteria metallica, specie per ciò che concerne la produzione. Trattasi di una lega di carbonio e di ferro. Il prodotto finale è di maggiore qualità se la percentuale di carbonio facente parte della mescola risulta più elevata rispetto a quella del ferro.

L’acciaio, infatti, non è altro che una lega che ha nella notevole leggerezza e nell’alta resistenza i suoi tratti distintivi: di natura, poi, questa lega ferrosa non è corrodibile e quindi non risente più di tanto dell’azione degli agenti esterni. Inoltre, anche in termini estetici, la scelta di puntare sull’acciaio paga bene, essendo particolarmente brillante e lucido.

Ferro

Nella carpenteria metallica, altro materiale che va per la maggiore è il ferro. Tuttavia, occorre specificare che il ferro non può essere puro al 100%, ma occorre aggiungere altri metalli, al fine di valorizzarne le caratteristiche di resistenza e di durata. In linea di massima, il ferro è molto impiegato quando si tratta di dover realizzare strutture portanti nel settore delle costruzioni: capannoni agricoli e prefabbricati industriali presentano un’anima di ferro, così come le ville ad uso residenziale ed i caseggiati civili hanno nel cemento armato il loro materiale principe. La scelta, in quest’ultimo caso, è dovuta a voler assicurare la migliore stabilità possibile e, al tempo stesso, una resistenza ottimale ai carichi costruttivi.

Le proprietà del ferro e delle leghe

Se paragonati ai prodotti della carpenteria tradizionale, quelli della carpenteria metallica si dimostrano superiori per qualità, resistenza e leggerezza: le proprietà del ferro sono ideali per la progettazione e per le costruzioni di edifici, anche perché si contraddistinguono per la semplicità di riproduzione e soprattutto per il montaggio veloce. Gli elementi, essendo prefabbricati, possono essere facilmente trasportati in cantiere affinché l’assemblaggio possa essere effettuato seduta stante tramite la saldatura o ricorrendo ai bulloni.

Carpenteria pesante vs carpenteria leggera: differenze

Nel ramo della carpenteria metallica, è opportuno fare un distinguo tra la carpenteria pesante e quella leggera. La differenza sostanziale può essere individuata nello spessore differente che caratterizza le lamiere adottate per la costruzione di ogni tipo di struttura. Applicando all’acciaio il processo di zincatura, vengono fuori dei manufatti altamente resistenti e sicuri, oltre che facili in quanto assemblaggio. Il loro tratto distintivo? Durano nel tempo.

Lo stesso principio è comunque valevole anche per le lamiere più sottili. L’aumento dello spessore, infatti, si rivela di fondamentale importanza nel caso in cui fosse necessario sorreggere pesi di una certa entità. Una tettoia è l’esempio maggiormente calzante, in quanto, specie nella stagione invernale, è chiamata a reggere il peso della neve che si accumula.

Quindi, a livello di definizione, la carpenteria pesante altro non è che la lavorazione di elementi metallici ed il conseguente loro montaggio per strutture di dimensioni rilevanti. Si ricorre alla carpenteria pesante nell’architettura interna, in quella esterna, nell’industria e nell’arredamento urbano.

La carpenteria leggera, tramite l’ausilio di leghe di ferro, va a risolvere ogni sorta di necessità architettonica ed estetica per le attività commerciali, per i palazzi e per le abitazioni civili. La sua utilità, inoltre, si evidenzia anche quando si tratta di produrre quantitativi ridotti con finiture d’autore di infissi, grate, scale, cancelli, persiane, ringhiere. Servizi del calibro della lucidatura dei prodotti in ferro, del taglio dei metalli con il laser, della satinatura, della spazzolatura dei metalli e della punzonatura, della calandratura e della piegatura delle lamiere servono a rendere l’articolo finale ancora più personalizzato in relazione a ciò che chiede il cliente.

Il ruolo dei professionisti nel campo della carpenteria industriale

Nel mercato della carpenteria industriale, per realizzare prodotti finiti di pregevole fattura, è essenziale che le lavorazioni vengano effettuate da professionisti altamente qualificati e specializzati: sono proprio loro in grado di trasformare i metalli, lasciando inalterate le loro caratteristiche, anche se si servono di macchinari sofisticati e di lunghe operazioni industriali.

Written by cusmano77