Agosto 5, 2019 curiosità Nessun commento
La carpenteria merita di essere considerata una vera e propria arte della costruzione, che affonda le sue radici in una tradizione secolare, pur essendosi sviluppata veramente soprattutto durante la Rivoluzione Industriale, quando vengono alla luce nuove tecniche di lavorazione e si intuiscono le potenzialità di materiali sino ad allora meno utilizzati.

La carpenteria in generale infatti si occupa della costruzione di strutture sia fisse che mobili, provvisorie o definitive, ma si divide in diversi settori a seconda del materiale prevalentemente usato. Esiste ad esempio la carpenteria in legno, che si distingue dalla falegnameria sia per le dimensioni delle strutture fabbricate che per le tecniche di lavorazione. L’altra grande sottocategoria del mestiere – e quella che qui più ci interessa – è la carpenteria metallica, che sfrutta il ferro e le sue leghe, come l’acciaio e la ghisa.

La carpenteria metallica fa distinzione tra due macro-sezioni: la carpenteria pesante e quella leggera. La differenza fra queste due categorie risiede nello spessore delle lamiere usate durante le lavorazioni. Non bisogna tuttavia farsi ingannare dal termine leggera, poiché in questo caso le leghe metalliche non sono meno pesanti rispetto a quelle impiegate nella cosiddetta carpenteria pesante, ma gli elementi realizzati hanno fini e dimensioni ben diverse.

Sia la carpenteria pesante che quella leggera trovano impiego sia in ambito civile che industriale. I prodotti di carpenteria pesante riguardano la costruzione di edifici e strutture portanti, mentre la carpenteria leggera si occupa di serramenti: cancelli, parapetti per terrazze, cancelli, scale sia interne che esterne, ringhiere decorate da giardino eccetera.

Le qualità della carpenteria leggera

L’ampio utilizzo che viene fatto delle opere di carpenteria, sia da parte dei privati che in ambito industriale, soprattutto da quando lo sviluppo delle nuove tecnologie ha permesso ulteriori evoluzioni del mestiere, risiede tanto nella qualità e versatilità dei materiali quanto nella professionalità degli addetti ai lavori.
Il principale vantaggio del ferro e dell’acciaio risiede nel fatto che anche quando la struttura realizzata è di grandi dimensioni, questa risulta molto più leggera in relazione al proprio peso di quanto non sarebbe se realizzata con altri materiali.
Inoltre, i prodotti di carpenteria comportano meno tempo, disagi e scomodità per l’installazione nel luogo di destinazione, poiché di norma vengono fabbricati nel laboratorio e trasportati sul posto una volta pronti, ed installati per mezzo di bulloni, saldature o altre tecniche specifiche.

Va da sé che la carpenteria conserva ancora oggi uno spesso tratto artigianale, il cui valore è indiscutibile. Ogni prodotto di carpenteria leggera, realizzato da professionisti altamente qualificati, rappresenta un pezzo unico, frutto di un connubio di tecniche tradizionali ed innovative.

Laboratori, botteghe ed industrie che operano nei vari settori della carpenteria sono distribuite su tutto il nostro territorio. Solo nella regione Toscana sono circa 500 i luoghi che offrono servizi inerenti alla carpenteria, in tutte le sue varie ramificazioni. In un luogo come la Toscana, patria di grandissimi artisti e con una tradizione artigianale così ricca di storia, spiccano quelle aziende che pur stando al passo con la tecnologia non dimenticano il valore della manualità, della cura del dettaglio e di un attento ascolto del cliente, come la Carpenteria Medicea, un’azienda fondata nel 2013 e situata a Calenzano (FI), che si occupa di produrre e distribuire in maniera diretta i propri prodotti.

Il catalogo della Carpenteria Medicea presenta una sezione interamente dedicata al settore della pelletteria, ed una alla carpenteria leggera: figurano tra le opere realizzate inferriate, infissi, scale, cancelli oltre a curatissimi elementi per gli esterni, il tutto realizzato su misura.
Carpenteria Medicea offre inoltre affidabili servizi di trasporto e di montaggio, oltre al taglio e/o lavorazione di lamiere, servizi di riparazioni o consulenze tecniche.
Ad esempio, avete mai consultato un carpentiere sull’utilità di una struttura metallica per proteggere apparecchiature elettriche o elettroniche?

L’importanza di proteggere le apparecchiature elettriche ed elettroniche, e come farlo

Le nostre case sono sempre più ricche di apparecchiature elettriche ed elettroniche, tra elettrodomestici, computer e televisori, linee per la connessione informatica, impianti per la sicurezza come antifurti o la videosorveglianza; il carico di tensione elettrico ed elettronico nella nostra quotidianità è maggiore di quanto possa sembrare, e pari ad esso è di conseguenza il rischio di incorrere in sovratensioni. La principale causa delle sovratensioni sono i fulmini, ma anche manovre elettriche sulla linea di distribuzione o interferenze parassite. Le sovratensioni, soprattutto in aree particolarmente soggette, sono frequenti e possono causare gravi danni alle apparecchiature elettriche ed elettroniche, danni tali da prevedere costi di riparazione ben più onerosi rispetto al costo dello stesso oggetto danneggiato.
Prevenire tali danni, o per lo meno prendere delle precauzioni per proteggere le proprie apparecchiature elettriche ed elettroniche è possibile attraverso due sistemi, uno interno ed uno esterno.
Il primo consiste nell’installare all’esterno dell’edificio una struttura metallica più alta dell’edificio che s’intende proteggere. Questa struttura metallica viene dotata di un impianto parafulmine, detto LPS (Lightening Protection System), che funziona mediante captatori e dispersori.
Il secondo metodo di prevenzione può essere installato all’interno dell’edificio e varia in base al metodo di collegamento. La protezione interna serve soprattutto a proteggere da sovratensioni dovute alle manipolazioni elettriche, ad alte frequenze industriali ed agli agenti atmosferici.
Il primo metodo di prevenzione segnalato tuttavia, ovvero la struttura metallica installata in cima all’edificio, è già di per sé un valido scudo protettivo per le apparecchiature elettriche ed elettroniche: sebbene non sembri più così pericoloso che un fulmine o una scarica di fulmini si abbatta proprio sull’edificio in cui abitiamo o lavoriamo, gli effetti sugli strumenti elettrici ed elettronici che si trovano all’interno possono risentirne molto negativamente, soprattutto a lungo andare. Una struttura metallica dotata del sistema parafulmine assorbirà la scarica elettrica al posto delle nostre apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Written by cusmano77