Dicembre 9, 2019 curiosità Nessun commento

La carpenteria metallica sta diventando parte integrante in una serie vasta e variegata di costruzioni. Questo perché essa si avvale dell’utilizzo di molteplici materiali, dall’acciaio all’ottone, dal ferro fino ad arrivare allo zinco. Sostanzialmente, sono due le categorie nelle quali si suddivide: la carpenteria pesante e quella leggera.

L’aspetto che differenzia le due sta nelle dimensioni sia delle lamine utilizzate sia dei prodotti finali che vengono creati. In altre parole, se è vero che la carpenteria pesante è orientata verso la realizzazione di strutture dalle dimensioni considerevoli, come ponti provvisori e telai per macchine di tipo industriale, è altrettanto vero che quella leggera vede il proprio raggio d’azione principale nel comparto civile.
Esempi di carpenteria metallica sono costituiti da serramenti, ringhiere e stand per abiti. Soprattutto negli ultimi decenni, sempre più diffusa è la tendenza, da parte di un numero crescente di commercianti e ristoratori, di commissionare arredamenti su misura con componenti metallici che possano adattarsi sia alle dimensioni dell’ambiente sia alla sua conformazione. A decretare il successo della carpenteria metallica nell’arredo non è solo la durevolezza temporale delle creazioni, ma anche un impatto visivo certamente godibile, ideale pertanto per chi abbia voglia di abbinare funzionalità e gradevolezza. Nato negli anni Ottanta nelle grandi capitali europee, il design industriale si sta gradualmente facendo strada anche in Italia. Contrariamente a quello che si potrebbe credere, i manufatti metallici non sono solo riconducibili ad uno stile minimalista, ma riescono ad infrangere tali ristretti confini manifestando un’inaspettata duttilità. Punto di riferimento per il settore in Toscana, la Carpenteria Medicea può contare su un personale altamente specializzato che consiglierà al cliente la soluzione migliore, rispondendo prontamente ad ogni interrogativo o richiesta.

La fase di progettazione

Prima di passare alla messa in opera vera e propria, è bene procedere ad una fase di progettazione che non è mai particolare di risibile importanza. Essenziale a riguardo è la ricerca di elementi d’arredo e di accessori correlati che possano essere in linea con l’impronta stilistica generale del negozio o del locale. Anche i particolari apparentemente più marginali devono essere ponderati, volgendo uno sguardo accorto all’ambiente nel quale il manufatto in metallo va collocato. Nell’ipotesi in cui debba essere arredato un bar, degni di considerazione sono tavoli e sedie, ai quali andrebbe adattato un arredamento metallico coerente con i loro lineamenti e la loro fattura. La lente di ingrandimento deve essere in egual misura orientata sia nei confronti dell’arredo professionale, il quale deve essere allestito seguendo i criteri legislativi a proposito, sia verso tutti quegli stili e quelle tendenze ad oggi maggiormente in voga. Arredare un locale optando per la carpenteria metallica significa altresì curare nel dettaglio tutte quelle aree destinate alla fruizione della clientela. Seguire le tendenze, è bene precisarlo, non è necessariamente sinonimo di una modernità obbligata, ma è anche opportunità di indirizzare la scelta verso una tradizione che non passa mai di moda.

Lavorazioni e campi d’azione

I metodi di lavorazione dei diversi metalli trovano un riscontro sempre maggiore in complementi d’arredo adatti e funzionali a molteplici ambienti. Lavorando i materiali metallici si riesce a dar vita a prodotti unici ed in linea con le particolari esigenze di una modernità il cui imperativo principale è “praticità”. Lo stile industriale prima menzionato può essere esemplificato da scale la cui funzione è quella di rendere tra loro comunicanti due o più stanze. A dare un tocco ancor più particolare potrebbe esservi una materia prima che, nel suo stato grezzo, richiama ad una espressione, quella “industrial” appunto, che da stile di nicchia si sta tramutando espandendosi a macchia d’olio. Indipendentemente dal fatto che si tratti di abitazioni private oppure di locali di tipo commerciale o ristorativo, l’accostamento di costruzioni metalliche e di mobili classici regala alla vista un connubio equilibrato. Dettagli e bordature metalliche non faranno altro che arricchire un mobilio per i quali i materiali più largamente usati sono l’ottone, alluminio ed acciaio. Se il primo può essere selezionato sia nella sua variante satinata che in quella anticata, il secondo ed il terzo spiccano per la loro malleabilità. Arredare negozi e locali con l’ausilio di complementi e suppellettili creati su misura è un qualcosa che si discosta da un arredamento, quello abituale, troppo spesso standardizzato. Nelle attività commerciali, dove praticità e funzionalità sono due dogmi imprescindibili, cassettiere e scaffalature devono venire messe a punto tenendo conto sia delle misure dell’ambiente circostante sia, di conseguenza, di spazi che soprattutto se ristretti vanno ottimizzati.
Nelle aziende facenti parte del settore calzaturiero e della pelletteria, si rendono indispensabili mezzi capaci di rendere agevoli gli spostamenti delle merci. Altro fattore che non può essere trascurato è quello attinente l’illuminazione del locale. La carpenteria metallica sfiora anche tale ambito, con lampadari in sospensione che alla mera estetica uniscono una visuale che valorizzerà ancor di più ambiente ed articoli trattati. Le creazioni andranno ad interessare, oltre che l’interno dei locali, anche il loro segmento esterno. L’esempio potrebbe essere quello di bar o ristoranti che, essendo dotati di un giardino nel retro o di un piazzale antistante, potrebbero valorizzare tale superficie con tavoli e sedie artigianalmente creati con materiali metallici. La carpenteria metallica, ed in particolar modo quella leggera, allarga il proprio raggio d’azione anche alla personalizzazione di facciate che, prive di un tratto chiaro, apparirebbero come decisamente impersonali.

Qualche consiglio utile

In conclusione si può affermare che, nell’ideare gli arredi di negozi e locali, i materiali ed i prodotti scelti vanno tra loro equilibrati per non incorrere nel rischio di creare qualcosa di stucchevole. L’idea è di non rendere ancor più pesante un ambiente che, essendo adibito alla vendita ed all’accoglienza di ospiti e clienti, dovrà perciò essere minimalista. Ad una vernice murale opaca è bene accostare arredamenti metallici fatti con materiali opachi, così da spezzare una monotonia a lungo andare fastidiosa. Una buona idea potrebbe quindi derivare da scaffali che, essendo prodotti in acciaio cromato, spezzino lo spento delle pareti assicurando un contrasto singolare.

Written by cusmano77