Qualità al settore della pelletteria e delle confezioni

Carpenteria Medicea

Carpenteria Medicea - Scaffalature metalliche, lavorazioni in ferro
Tel: 055 8990493
Fax: 055 8839007
Via A.Meucci 21/A-23
50041 Calenzano(FI)
invia una mail
info@carpenteriamedicea.it

Come saper riconoscere i metalli

Categoria:

Descrizione

Vorreste portare dei metalli di diverso tipo per farli recuperare o rottamare, ma non avete la certezza di quelli che potrebbero essere i materiali che avete a disposizione? Ecco una guida grazie alla quale potrete capire quale sia il metallo che avete raccolto nella vostra casa o per la vostra attività professionale.

Riconoscere i metalli con diversi metodi

Esistono diverse metodologie grazie alle quali riconoscere i metalli, così come si possono individuare metodi diversi per piegare le lamiere e che, in un certo senso, potranno essere uno dei sistemi grazie ai quali capire se abbiate a che fare con il ferro, l’acciaio oppure il rame.

Il primo metodo sarà quello del test della calamita. Grazie all’uso di una calamita potrete capire se il metallo che avete sottomano sia ferroso oppure non a base di ferro.

Tuttavia, la calamita è utile solamente per effettuare questa grande distinzione, mentre per altri tipi di metalli non è altrettanto efficace.

Per questo potrete passare al metodo successivo, legato all’esame visivo del metallo che avrete a vostra disposizione.

Ecco, quindi, quelle che possono essere le caratteristiche principali di alcuni tipi di metalli, elementi che potrete già distinguere ad occhio nudo:

  • Alluminio: è un metallo leggero e che non arrugginisce mai;
  • Rame: è abbastanza facile da riconoscere, in quanto è di colore rossastro, tendente al rosa, e quando si ossida tenderà a diventare rosso o addirittura verde. Inoltre, esso è presente soprattutto all’interno di cavi e apparecchiature;
  • Piombo: è un metallo morbido, molto pesante e, per fortuna, non si trova quasi più, in quanto è molto tossico;
  • Acciaio inossidabile: potrete riconoscere l’acciaio, che sarà comunque differente a seconda della composizione della sua lega, innanzitutto dal fatto per il quale esso non arrugginisce. Inoltre, esso viene spesso usato per tutta una serie di impieghi: dagli attrezzi, alle posate.

Infatti, uno dei test che potrete anche mettere in pratica sarà costituito da quello legato all’impiego del metallo.

Come si è visto, spesso il rame si utilizza soprattutto per cavi e per realizzare pezzi di componenti elettronici, il piombo per macchinari (come quelli che si usano per effettuare le radiografie), l’acciaio per pentole e utensili e così via.

Infine, un sistema che potrete sicuramente mettere in pratica sarà quello di portare un campione del metallo da voi posseduto presso un centro specializzato, come quello di chi recupera i rottami, in modo da essere davvero certi della qualità di metalli che avrete a disposizione.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Come saper riconoscere i metalli”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *